Pooh - Notte a sorpresa / Tutto adesso

Notte a sorpresa / Tutto adesso
Lato B

Lato A e lato B della copertina.

Dati

  • Titolo = Notte a sorpresa / Tutto adesso
  • Data matrici = 16 novembre 1979.
  • Versione = Singolo vinile 45 giri.
  • Editore e codice = CGD 10230.
  • Tipo audio = Stereo.
  • Produzione, realizzazione ed arrangiamenti di = Roby Facchinetti, Stefano D'Orazio, Dodi Battaglia, Red Canzian.
  • Collaborazione musicale di Franco Monaldi.
  • Copertina di Luciano Tallarini.
  • Foto di Mauro Balletti.
  • Versione juke-box = CGD YD 547.

Formazione

  • Dodi Battaglia = voce, chitarre.
  • Red Canzian = voce, basso.
  • Stefano D'Orazio = voce, batteria, percussioni.
  • Roby Facchinetti = voce, tastiere.

Notte a sorpresa

  • Testo: Valerio Negrini
  • Musica: Roby Facchinetti
  • Voce: Roby Facchinetti
  • Timing: 3:18 ca.

Prendo la strada del centro
stasera non rientro da te
ormai
lingua di menta fra i denti
pensieri distanti da te
ormai
È dissetante gustarsi la gente
tranquillamente così
Respirerò
tutta l'aria che c'è
notte a sorpresa lontano da casa
mi prende e mi da
questa grande città
come una donna mi tenta
e diventa qua e là
malinconia
poesia
e fantasia
Piazza spazzata dal vento
io sono contento di me
perché
vivo, mi basto, mi spendo
nel mondo anche senza di te
ormai
Luna sorride fra nuvole rade
traccia le strade per me
Respirerò
tutta l'aria che c'è
notte a sorpresa lontano da casa
mi prende e mi da
questa grande città
come una donna mi tenta
e diventa qua e là
malinconia
poesia
e fantasia
Qua e là
malinconia
poesia
e fantasia...

Note sulla canzone

Editore: Edizioni Musicali Sugar Music / Edizioni Musicali Suvini Zerboni / Edizioni Babilonia di Facchinetti / Discorso Edizioni Musicali / Nuova Fonit Cetra Music.
Arrangiatore: Franco Monaldi.
Incisa a: Stone Castle Studios, Carimate (CO) fra aprile e giugno del 1979.
Sound Engineer: Ezio De Rosa.
Ass. Sound Engineer: Luca Rossi.
Supporti: Nastro magnetico 24 piste.
Mixer: Cadac.
Transfer a Londra a cura di Arun Charkraverty.

Per i cori fu usato l'Aphex vocal exciter Aphex, uno strumento in grado di esaltare le frequenze alte delle voci, ed un wah-wah per chitarre, sovrapponendo 8 piste di tracce vocali.
La canzone venne scelta come sigla della trasmissione "Domenica In" della RAI, edizione 1979/1980, ed il videoclip fu uno dei primi realizzati in Italia, non ancora adusa a questo tipo di veicolo promozionale. Venne pubblicato il singolo che fu il secondo da uno stesso album del gruppo, cosa che non accadeva dall'album Parsifal del 1973.

La canzone è apparsa in seguito su:

La canzone originale è in tonalità di RE maggiore.
Accordi: http://wikitesti.com/index.php/Notte_a_sorpresa

Commenti sulla canzone

Stefano D'Orazio

«Quasi senza rendercene conto, con questo brano abbiamo inaugurato la stagione dei video clip in Italia. Era la fine degli anni Settanta, questo strumento era ancora relativamente sconosciuto. Il filmato lo realizzammo il giorno dopo un concerto a Roma, in un magazzino di Anzio dove stoccavano il pesce. Per parecchi mesi lo utilizzarono come sigla finale di Domenica in».

Valerio Negrini

«Lame rotanti! Caro vecchio Millenovecentosettantanove! Caro vecchio Pertini con la pipa, carissimo giovane Berlusconi che cominci ad azzannare il Grande Cocomero. Buongiorno Sorcini, Travoltini, Zavattini cheieri alla radio pronunciasti Pisello con due zeta, oggi è day-off, vacanza.
Respirerò tutta l'aria che c'è... Siamo venuti solo a fare il tagliando alla Macchina del Tempo. Naturalmente indietro di una dozzina d'anni perchè conviene, come disse lo zio Einstein.
Stasera non si suona, notte a sorpresa lontano da casa. Per oggi niente prove, servizi fotografici, special a radio private, inaugurazioni di musei del Contrabbasso o scuole di Tuca Tuca, niente commercialista, avvocato, fisioterapista, oroscopi di gruppo o conferenze ambientaliste nei penitenziari modello.
Prendo la strada del centro, stasera non rientro da te... Oh, radiofaro della vita mia, Signora della mia poca quiete, perdonami se non ti telefonerò. La SIP non è attrezzata per la quarta dimensione.
Lingua di menta tra i denti, pensieri distanti da me. Se fossimo femmine ci innamoreremmo di gente come noi?
Da quando siamo in pista (È dissetante gustarsi la gente), abbiamo gustato circa tremila notti fuori casa, consumato numero (omissis) adultèri, dilapidato fortune pro-capite in bugie col prefisso interurbano: non andremo per caso all'inferno?
Piazza spazzata dal vento, io sono contento di me. L'inferno è tutto prenotato. In campo la truppa brufolosa e arcigna che ha spaccato vetrine e scritto slogan sui muri, in tribuna le autorità e la stampa. Cameriere, ho un ultrà nella minestra! Eppure in certe giornate ti sembra impossibile ogni guerra, Angola, Settembre Nero o Pitrentotto del cavolo.
Poesia e fantasia... Su questi marciapiedi di snack-bar spalancati sulla primavera si rischiano gli incontri ravvicinati del tipo migliore Day-off.
Vivo, mi basto, mi spendo nel mondo anhec senza di te. Quando spariamo nel mucchio coi nostri laser inoffensivi ci tornano indietro orsacchiotti di stoffa e sorrisi golosi. Prima o poi faremo una grande canzone sulle donne italiane.
Mi prende e mi da questa grande città come una donna... Buonanotte. Fate Turchine del nostro dopodomani, perle di Labuan, perdonate una volta di più i vostri Sandokan se stasera è vita.
Luna sorride fra nuvole rade, traccia le strade per me...».
(Le Guerre Poohike (14) - continua in Canterò per te)

Tutto adesso

  • Testo: Valerio Negrini
  • Musica: Roby Facchinetti
  • Voci soliste: Roby Facchinetti, Dodi Battaglia
  • Timing: 3:19 ca.

Sono stanco di essere buono e perciò
vado all'inferno
sono stanco di vivere in stato di shock
giorno per giorno
da oggi abbiamo smesso
di chiedere permesso
io voglio tutto adesso
Sono stanco di essere stanco perciò
fatemi strada
sono stanco di facce che dicono "No
stattene in coda!"
Da oggi abbiamo smesso
di chiedere permesso
io voglio tutto adesso
Adesso, adesso
e togliersi via
le mani da addosso
la vita è la mia
che prenda o che dia
di più
Sono stanco di prendere il mondo com'è
non si respira
sono stanco di chiudermi dentro perché
non ho paura
da oggi abbiamo smesso
di chiedere permesso
io voglio tutto adesso
Adesso adesso
e togliersi via
le mani da addosso
la vita è la mia
che prenda o che dia
di più.
Sono stanco di farmi rispondere "No!"
È una prigione!
Sono stanco di essere buono perciò
fate attenzione
da oggi abbiamo smesso
di chiedere permesso
io voglio tutto adesso

Note sulla canzone

Editore: Edizioni Musicali Sugar Music / Edizioni Musicali Suvini Zerboni / Edizioni Babilonia di Facchinetti / Discorso Edizioni Musicali.

La canzone, dalle sonorità molto rock oriented in accordo con il testo, è anch'essa tratta dall'album Viva.

La canzone originale è in tonalità di FA maggiore.
Accordi: http://wikitesti.com/index.php/Tutto_adesso

Note sul singolo

Foto del vinile

Lato A    Lato B

Versione jukebox

Etichetta: CGD / Derby YD 547
Formato: Vinile 45 giri, versione promozionale
Pubblicazione: 1979
Tracce: Lato A "Notte a sorpresa" - Lato B "Margherita" di Massara