Pooh - 1978 Tour Boomerang

1978 Tour Boomerang

NOVEMBRE

1 - Sarmato (PC) - Pierrot
9 - Milano - Palalido
10 - San Mauro Mare (FO) - Geo Club
11 - Perugia - Dancing Europa 7
12 - Godo di Russi (RA) - Dancing Piteco Club
14 - La Spezia - Teatro Monteverdi
15 - Genova - Teatro Universale, spettacolo alle 15:00 ed alle 21:00
16 - Siena - Palasport
17 - Varese - Palasport
18 - Udine - Palasport
19 - Migliaro (FE) - Dancing Severi
20 - Chieti - Supercinema
21 - Andria - Teatro Astra
22 - Salerno - Teatro Capitol
23 - Potenza - Teatro Due Torri
24 - Caserta - Teatro Patturelli
25 - Falconara (AN) - Dancing Pirana
28 - Avellino - Teatro Giordano
29 - Benevento - Teatro Massimo
30 - Eboli (SA) - Teatro Rizza

Ospite = Marras

Cartolina    Cartolina

DICEMBRE

1 - Torre del Greco (NA) - Teatro Metropolitan - Spettacolo ore 18:00 / 21:00
4 - Roma - Teatro Olimpico (pomeriggio ore 17:00)
5 - Roma - Teatro Olimpico (pomeriggio e sera, ore 17:00 / 21:00)
6 - Sora (FR) - Teatro Capitol (sera)
7 - Napoli - Palasport (sera)
8 - (Dato non disponibile)
9 - Cantù - Palasport (sera)
10 - Piobesi (TO) - (pomeriggio e sera)
11 - Cinisello Balsamo - Palasport (sera)
12 - Piumazzo (MO) - (sera)
13 - Udine - Palasport (sera)
14 - Novara - Palasport (sera)
15 - Reggiolo (RE) - (sera)

Ospite = Marras

Biglietto del tour Boomerang

Scaletta del concerto

  • Rotolando respirando
  • In diretta nel vento
  • Dammi solo un minuto
  • Parlato di Roby Facchinetti
  • Pierre
  • Parlato di Dodi Battaglia che introduce La leggenda di Mautoa.
  • La leggenda di Mautoa
  • Riff di batteria di Stefano D'Orazio, subito dopo Red Canzian accompagna per un minuto al basso l'entrata di chitarra Gibson Les Paul di Dodi Battaglia che si produce in un'assolo.
  • La gabbia
  • Cercami
  • Ci penserò domani
  • Parlato di Stefano D'Orazio che introduce Il ragazzo del cielo (Lindbergh).
  • Il ragazzo del cielo (Lindbergh)
  • Parlato di Dodi Battaglia.
  • Medley
    Pensiero
    Tanta volgia di lei
    Noi due nel mondo e nell'anima
    Infiniti noi
    L'anno, il posto, l'ora
    Cosa si può dire di te?
    Alessandra
  • Marziano (brano strumentale inedito)
  • Uno straniero venuto dal tempo
  • Air India
  • Classe '58
  • La città degli altri
  • Pronto, buongiorno è la sveglia
  • Medley
    Io e te per altri giorni
    Che ne fai di te
    Quando una lei va via
    Nascerò con te
  • Parlato
  • Intermezzo strumentale
  • Risveglio
  • Alleluja (embrione dello strumentale Viva).
  • Parsifal
  • Base di Ancora tra un anno e saluti finali.

 

Il palco dei Pooh
Il palco dei Pooh

Scaletta del concerto tenuto a Perugia l'11.11.1978

  • Strumentale "Alleluja" (embrione di "Viva").
  • Rotolando respirando
  • Dammi solo un minuto
  • La leggenda di Mautoa
  • Parlato di Red Canzian.
  • Strumentale "Marziano"
  • Uno straniero venuto dal tempo
  • Pierre
  • Strumentale "Kalimba"
  • La gabbia
  • Ci penserò domani
  • Parlato di Stefano D'Orazio.
  • Pronto, buongiorno è la sveglia
  • Strumentale "Odeon" (contiene tracce di "Terry B." e "Fantastic fly").
  • Risveglio
  • Parlato di Dodi Battaglia.
  • Il ragazzo del cielo (Lindbergh)
  • Cercami
  • Strumentale "Alleluja" (embrione di "Viva")
  • Pensiero
  • Linda
  • Nascerò con te
  • Parsifal (2° parte)
  • Ancora tra un anno (nastro su mixer).

Rassegna stampa

1978 - Play Sport & Musica - Pagina 88 - "Pooh in volo", di Daniela Mimmi

1978 - Play Sport e Musica - Pooh in volo, di Daniela Mimmi    1978 - Play Sport e Musica - Pooh in volo, di Daniela Mimmi

[...] Lo spettacolo risponde pienamente alle aspettative. E' bello come può esserlo una cosa cui ci si dedica anima e corpo per alcuni mesi, che è costato cento milioni, e che vibra di tanto entusiasmo. Gli equilibri tra gli effetti scenici, le musiche, gli arrangiamenti, le musiche, le atmosfere è perfetto. Diventa un tutt'uno quadi indefinibile che ti conquista subito emotivamente. E' un volo che segue passo-passo il «ragazzo del cielo». Quando suonano «Lindberg» due ali fosforescenti si incendiano di luci dietro la batteria di Stefano, e Lindberg continua a volare, sopra l'oceano, sopra al mondo intero, finalmente libero, vicino alla Luna, e il raggio laser si apre a raggera e gira vorticoso sulle nostre teste fendendo glaciale la cortina di fumo che si alza dal palco. E sotto tutto questo i due timpani sinfonici che si alcano cupi sulle tastiere, e ti danno la sensazione di volare anche tu, insieme al «ragazzo del cielo» accanto alla luna [...].
«Con questo spettacolo abbiamo intenzione di fare un rientro in Italia per lo meno trionfale - dice Dody, bolognese [...] -. Ci è costato cento milioni».
«Solo il laser è costato ventisette milioni, più undici per la scatola. E abbiamo dovuto mandare a Los Angeles il nostro tecnico per un mese e mezzo, per imparare a manovrarlo, accomodarlo, eccetera. Sai che ci vuole un patentino per azionare il laser? - interviene Stefano -. E poi c'è stato l'acquisto del camion, di una nuova amplificazione, del carrello americano (una cinquantina di luci appese a una transenna che starà davanti al palco n.d.r.) [...]».

15 ottobre 1978 - Corriere Boy - Numero 41 - Pagina 3 - "Pooh", di Fiorella Gentile

15.101978 - Corriere Boy - Numero 41 - Pagina 3 - Pooh, di Fiorella Gentile    15.101978 - Corriere Boy - Numero 41 - Pagina 3 - Pooh, di Fiorella Gentile    15.101978 - Corriere Boy - Numero 41 - Pagina 3 - Pooh, di Fiorella Gentile

[...] Una luce laser da trentotto milioni, due ali fosforescenti, duecento spot, una scritta luminosa, la macchina del fumo e quella del ghiaccio secco e il magnesio: un concerto dei Pooh non è mai soltanto musica, è atmosfera, incanto, alta spettacolarità, un vero show da far invidia agli americani.

16 novembre 1978 - Testata sconosciuta - "Il boomerang dei Pooh"

16.11.1978 - Il boomerang dei Pooh

Dicembre 1978 - Lancio Kolossal - Numero 49 - Pagina 8 - "I Pooh", di Simonetta Martellini

Dicembre 1978 - Lancio Kolossal - Numero 49 - I Pooh, di Simonetta Martellini    Dicembre 1978 - Lancio Kolossal - Numero 49 - I Pooh, di Simonetta Martellini

[...] RED: [...] siamo partiti per stare fuori un anno e i giornali ne hanno parlato [...]; il 45 giri «Cercami» è uscito prima dell'estate e al nostro ritorno l'abbiamo trovato già ben avviato; la gente, poi, sapeva che il nostro rientro in Italia avrebbe coinciso con la presentazione di un nuovo spettacolo ed è venuta in massa a vederlo [...].
ROBY: Lo spettacolo estivo è stato completamente rinnovato, rispetto a quello che facemmo l'anno scorso. Siamo rimasti talmente soddisfatti, che l'abbiamo mantenuto quasi invariato per la tournée invernale. La cosa più interessante è l'uso che facciamo del raggio laser: il risultato è tutta una serie di effetti nuovi. C'è poi una scenografia particolare: due grandi ali si illuminano; una grande scritta «Pooh» che sale e scende, dei fondali bianchi, un'americana [...]. In gergo, «americana» non è altro che un traliccio in cui viene riunito tutto l'impianto luci.
- Quanto dura l'intero spettacolo?
ROBY: Completo, un'ora e mezzo.
- Perché, qualche volta è... incompleto?
ROBY: Sì, quando l'ambiente non è sufficientemente alto e ampio, siamo costretti ad eliminare una parte della scenografia e, di conseguenza, saltano le canzoni legate a quei particolari effetti.
- Di quanto spazio avete bisogno?
ROBY: Per montare strumenti e scenografia abbiamo bisogno di un palco di quindici metri per sette: capisci bene che non tutti i locali hanno così tanto spazio [...].
- E' questo il motivo per cui la tournée invernale, dall'8 dicembre al 6 gennaio, si svolge solamente nei teatri?
ROBY: Sì, siamo sicuri, così, di non dover sacrificare alcuna parte dello spettacolo. Anzi, rispetto a quello estivo, abbiamo aggiunto qualcosa.
- Che cosa?
DODY: Innanzitutto quattro o cinque pezzi del nuovo LP «Boomerang»: siamo arrivati a due ore di spettacolo! [...] Uno dei nostri problemi [...] è che c'è sempre la persona che ci chiede perché non abbiamo fatto «Alessadra», o «Pensiero», o qualche altro pezzo. In tanti annia abbiamo collezionato un buon numero di successi e non possiamo riproporli tutti ogni volta: altrimenti non è più uno spettacolo, ma «Ben Hur»!
- Non potete riunire tutti i pezzi famosi in un «collage»?
DODY: L'abbiamo fatto per tanti anni, ma abbiamo smesso per non ricalcare sempre vecchi schemi. Inoltre ci sembra giusto che il concerto di oggi rispecchi l'attuale momento musicale dei Pooh.
- [...] Qualch episodio...
RED: A Sofia abbiamo suonato per ventiquattromila persone e i biglietti erano stati venduti in due giorni un mese prima. In Romania abbiamo fatto una tournée in un Paese completamente ghiacciato: era tutto bianco, dalle case...
DODY: ...alle mani dei musicisti!
RED: In America, invece, era primavera: bel tempo a New York, a Montreal. A Toronto ci siamo stati una vita [...].
ROBY: Abbiamo comprato un sacco di strumenti nuovi, spendendo tutti i soldi che avevamo guadagnato...
RED: E vendendo anche qualcosa che avevamo portato dall'Italia...
- L'idea di usare il laser per ottenere effetti scenici vi è venuta in America?
RED: No, l'avevamo avuta molto prima.
ROBY: Anche se qui da noi è sembrata un'idea nuova, ci sono molti gruppi, tra cui i Wings di Paul McCartney, che lo usano da più di due anni.