Pooh - Biografia Anni '60: 1964

Anno 1964

Valerio Negrini incontra Mauro Eduardo Zini Bertoli, chitarrista autodidatta anch’egli bolognese, e formano un duo che sarebbe poi diventato il nucleo intorno a cui si sarebbero raccolti gli altri componenti del gruppo.

«Si presenta alla porta di casa mia, un pomeriggio, e mi dice: ‘So che anche tu ami gli Shadows. Che ne dici di suonare insieme?’ Ci diamo appuntamento in un centro ricreativo, vicino a casa di Valerio. Era dall’altra parte della città. Per arrivarci dovevo prendere due autobus. Il tutto, trascinandomi dietro l’amplificatore e la chitarra. Valerio mi spronava: ‘Suoniamo, perché dobbiamo sfondare’. Ci credeva veramente, già in quei giorni. E aveva ragione. Ci bastava poter salire sul palco e presentare uno o due brani. Eravamo preparati e in genere ci portavamo a casa una buona dose di complimenti». Mauro Eduardo Zini Bertoli

Durante l’interruzione del sodalizio a causa della chiamata al servizio di leva di Bertoli, Negrini si unisce al gruppo di Beppe Maniglia, in cui conosce il chitarrista Mario Goretti ed il bassista Giancarlo “Charlie” Cantelli. Dopo il naufragio della formazione Maniglia, i tre contattano il di nuovo disponibile Mauro Bertoli ed il tastierista-chitarrista Bruno Barraco, tutti inesorabilmente contagiati dall'entusiasmo di Valerio. Arriva il primo ingaggio per il quintetto: una manciata di serate ai "Dipendenti Comunali", un locale di tendenza nel centro di Bologna, e nascono così i Jaguars.

The Jaguars

"The Jaguars". Da sinistra Valerio Negrini, Mauro Bertoli, Bruno Baracco, Orlando Piccinelli.

The Jaguars

"The Jaguars" al Meloncello. Da sinistra Bruno Baracco, Giancarlo Cantelli, Valerio Negrini, Orlando Piccinelli, Mauro Bertoli.

Biografia anno 1963 Biografia anno 1965